“Il bagno turco”

172899b_Il-bagno-turco-Hamam-rich-visore

“Il bagno turco”, film d’esordio del regista Ozpetek, è il suo massimo capolavoro.

Francesco (Alessandro Gassman), architetto romano di successo, si vede costretto a partire per Istanbul dopo aver scoperto che una vecchia zia gli ha lasciato in eredità una casa.

Inizialmente deciso a rimanere pochi giorni, viene catapultato in un mondo totalmente diverso, ospitale e vivace.

Si ritrova proprietario di un bagno turco, di un Hammam. La tradizione vuole che gli uomini si riuniscano in queste terme per dare sollievo al corpo e ai sensi, per rilassarsi, per fare emergere i loro “capricci” più segreti.

Francesco decide allora di fermarsi per qualche tempo, nonostante abbia lasciato a Roma la carriera e la moglie Marta. La famiglia che lo ospita gli farà scoprire ogni più piccolo angolo della città, accogliendolo come un figlio.

Dopo mesi, la moglie va a cercarlo. Non troverà più il Francesco che conosce: è un uomo nuovo, rilassato, a tratti schivo, perfettamente integrato nel suo nuovo mondo. Marta scoprirà un Francesco che non ha più paura di se stesso, che ha lasciato emergere i suoi desideri più intimi e che grazie ai vapori del bagno turco ha rilassato le membra tra le braccia di un uomo.

Il finale drammatico è totalmente inaspettato, una sequenza perfetta ed elegante, che per le tinte così intense ricorda quasi una tragedia greca.

Il regista ci accompagna con delicatezza in questa scoperta della sessualità, un film garbato, mai volgare, come non se ne vedono più da tempo.

Dialoghi raffinati e musiche incalzanti ci affascinano come se fossimo spettatori di un’opera teatrale. Soffermatevi soprattutto sui colori di questa realtà a cui non siamo abituati, emozionanti ed esaltanti, osservate le infinite portate di una colazione turca, le luci e le pitture dell’hammam, il rosso del sangue che macchia la camicia bianca. Vi verrà un’incredibile voglia di raggiungere Francesco, di esplorare con lui questa Istanbul decadente.

“Le fate ignoranti”, “Mine vaganti”, “La finestra di fronte” sono indubbiamente dei bei film, ma “Il bagno turco” è una meraviglia, assolutamente la sua opera migliore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...